image

Per definizione la capsula del tempo è un contenitore preparato per conservare oggetti o informazioni destinate ad essere ritrovate in un'epoca lontana.

image

La Capsula

L'artista Antonio Spanedda e Luigi Francoli insieme hanno realizzato un’opera d’arte per coloro che desiderano viaggiare nel futuro, diventando attori protagonisti oltre che futuri spettatori.
Una confezione da aprire nel 2021.


image

Cos'è

La confezione è composta da due parti: La Capsula del tempo “fisica”, scatola in legno naturale, con un contenuto da scoprire tra cinque anni, nel 2021.

La Capsula del tempo “virtuale”: un indirizzo internet contenuto all’interno della scatola di metallo a cui ci si potrà collegare per registrare un video. Anche il video sarà visualizzabile soltanto nel 2021.

image

Inserisci qui il tuo codice

Se hai un codice
CAPSULA DEL TEMPO FRANCOLI 2021
inseriscilo nello spazio sottostante:


Cos'è

La Capsula del Tempo è una dichiarazione di affetto, di amore e di amicizia nei confronti di un’altra persona che si concretizza sia sul piano fisico (oggetto) che su quello virtuale (video).

Il vero Valore

Il vero valore della Capsula del tempo è la proiezione dei propri sentimenti nel futuro. Una dichiarazione di affetto, di amore e di amicizia che viaggia nel tempo. L’oggetto fisico contenuto nella cassetta in legno è destinato a trasformarsi, nel tempo, in un’opera d’arte.

Come funziona

Chi fa il regalo: conserva la scatola di latta, la apre, si collega all’indirizzo internet indicato e registra il video dedicato alla persona che riceverà il regalo. E aspetta il 2021.

Chi riceve il regalo: riceverà il regalo fisico, confezione in legno, ed un’e-mail. Il messaggio informa che la persona da cui ha ricevuto il regalo gli/le ha dedicato un video. Anche a lui/lei non resterà che attendere il 2021 per scoprire i contenuti.
Chi fa il regalo e chi lo riceve, entrambi, ogni anno riceveranno una email che ricorda la scadenza della Capsula del Tempo Francoli.


ANTONIO SPANEDDA

BIOGRAFIA DELL'ARTISTA

Article Image

Antonio Spanedda, artista ricercatore, nato a Novara nel 1961, è laureato in arti plastiche e dottorato di ricerca in Arte e Antropologia del Sacro all'Accademia di Belle Arti Brera di Milano.

Negli anni '90 presenta al pubblico uno spettacolo di aero-pittura, e, in qualità di attore, partecipa a diverse trasmissioni tv su reti nazionali. Fonda il gruppo di performer Argilla e collabora con Stalker teatro, M.Pistoletto, V.Pisani, G.Fioroni, F.Mauri.

Nel triennio 2002-2004 opera sul ciclo di opere in alluminio e acciaio realizzate attraverso procedure tecnologiche innovative. Nel 2005 partecipa alla Biennale di Venezia con l'opera "Ambone, Casa della Parola” in permanenza nella Chiesa di S. Lio a Venezia.

Nel 2010 dà vita al progetto artistico IOTIAMO incentrato sull'Amore Universale e nel 2012, insieme ai Testimonial del progetto, costituisce ACC un’Associazione Culturale senza scopo di lucro, per promuovere e diffondere la cultura attraverso l’arte.